Elemento Acqua: La magia e i riti legati a questo elemento


Tutti gli elementi naturali cioè il fuoco, l’aria, l’acqua e la terra sono fonte di curiosità e ispirazione per l’uomo. Essi diventano strumenti di riferimento per religioni, riti cosmogonici e tradizioni magiche. Essi prendono un ruolo importante nella Vecchia Religione. 

Comunemente conosciuta come stregoneria, nella tradizione neopagana, che consistete nei rituali magici legati agli elementi naturali che si incentra sul culto della Natura.

Acqua

Per le Wiccan e i Pagani, l’acqua simboleggia la purificazione, la mente subconscia, le emozioni, l’amore. La sua magia era considerata da quasi tutte le culture antiche l’elemento primario della nostra esistenza, legato all’amicizia, al piacere e al matrimonio come alla guarigione e ai sogni.

Leggi anche…Vuoi sposarmi?I 12 miti da sfatare sul matrimonio

Esistono moltissimi rituali dell’acqua, in qualsiasi civiltà umana ne troviamo. Spesso possono contemplare l’uso di specchi oppure vengono attuati mentre piove. Quelli fatti mentre piove terminano con l’atto di deporre un oggetto dentro una massa d’acqua.

L’acqua è considerato elemento femminile.

Rappresenta il principio vitale come mezzo di rigenerazione, l’alchimia è molto legata all’acqua, utilizzandola come solvente per la putrefazione. Intendendola come fase essenziale per il risorgere della vita.

Per gli alchimisti il mix di alcuni elementi portavano all’Unione, tra la natura fisica e quella volatile degli elementi.

L’uso della spagiria era un elemento di grande importanza, che fa dell’acqua un solvente per riuscire ad ottenere quintessenza dei minerali e delle sostanze naturali. Tanto è superiore il livello spirituali raggiunto e tanto sarà maggiore la possibilità di agire nel reale. Ed a qui, il desiderio d’identificazione dell’alchimista, tramite continui processi di purificazione.

 

L’acqua è al terzo posto della serie dei quattro elementi: tra la terra e l’aria. Nella Vecchia Religione risulta chiara tale classificazione, l’acqua nei rituali e negli incantesimi era molto più pratico di quanto potesse essere con l’aria e il fuoco. Anche se l’elemento più malleabile di tutti era la terra.

Leggi anche…Le Ninfe: La leggenda degli occhi verdi ( Personalità e Caratteristiche )

A tutti un compito 

All’acqua è attribuito uno dei ruoli più importanti, quello di ricevere e memorizzare le informazioni presenti nell’ambiente e conservarle per trasmettere agli altri elementi.

Grazie all’evaporazione, l’acqua sale verso il cielo diventando tutt’uno con gli influssi astrali. Ritornando sotto forma di pioggia per fecondare la terra, trasmettendogli le informazioni.

Ma il processo è anche inverso, difatti, la terra impregna nel’acqua le sue virtù e minerali. Questo scambio tra le dimensioni superiori e inferiori sono possibili grazie all’acqua. Le streghe in primis si basavano su questa convinzione, incentrandola come fulcro di tutti gli incantesimi.  Gli incantesimi e i rituali erano quasi tutti incentrati sul passaggio del bisogno, sulla preghiera agli elementi per arrivare alla divinità.

Leggi anche…L’acqua: ci mantiene forti e in equilibrio

Gli incantesimi dell’Acqua

Una forma divinatoria più piacevole era l’osservazione dell’acqua, in ogni luogo naturale dove essa fosse presente. Alcuni riti e incantesimi sono giunti a noi come un intrattenimenti, ad esempio, quello di lanciare una monetina dentro una fontana mentre visualizzi il desiderio che vuoi realizzare.

Se conosci il pozzo di Chalice presso l’Abbazia di Glastonbury in Inghilterra, saprai che è presente una vecchia sorgente ritenuta magica anche dai pagani. Purtroppo c’è stato un processo di cancellazione di molti luoghi magici e al posto di molti templi pagani sono state erette delle chiese. 

Per le wicca, se si trovavano vicino ad una sorgente raccoglievano un sasso con la mano del potere ( la mano che si utilizza di più ) e segnavano sul terreno dei simboli magici o rune visualizzando le proprie necessità, per poi gettare il sasso nella sorgente. Attuando una divinazione attraverso al numero di cerchi prodotti dal sasso, la risposta alle proprie domande poteva essere SI o NO a seconda del numero di cerchi generati sulla superficie dell’acqua.

Questi concetti sono legati anche ad altre culture e religioni, come il rito di purificazione tramite l’abluzione, che è un rituale molto diffuso nella religione islamica, giudaica e cristiana.

Religioni

Al tempo di San Giovanni Battista, la tradizione dell’abluzione era legata ai culti orientali, ed era una procedura di penitenza della vera conversione. Per il cristianesimo più antico l’ingresso in acqua simboleggiava la morte dell’uomo vecchio, mentre con il battesimo si festeggia la nascita di un nuovo uomo.

Leggi anche…La Dea dell’acqua, Il significato simbolico dell’Acqua

Gli Elementali dell’Acqua

Nella Vecchia Religione gli spiriti dell’acqua venivano chiamati Ondine, la loro tradizione è molto vasta, coinvolgendo quasi ogni cultura che avesse a che fare con il mare o con la navigazione.

Le sirene e le creature marine, popolano il folclore irlandese e quello scozzese. Le streghe le identificavano come bellissime ragazze dai lunghi capelli e una coda di pesce.

Si pensa che l’origine delle sirene sia dovuta al timore che ha l’uomo per il mare, come in molti riti di fuoco o d’aria. Per proteggersi dalla forza distruttrice di tali elementi. Molti rituali dell’acqua erano rivolti alla protezione e alla benevolenza.

 

Share This:

Rating: 5.0. From 1 vote.
Please wait...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *