Spiegazione dei Tarocchi: L’imperatrice


L’arcano numero tre dei Tarocchi di Marsiglia.

Questa carta presenta una donna seduta su di un trono color avorio, che simboleggia un potere sul piano umano.

Nei Tarocchi di Marsiglia ella tiene affianco a sè uno scudo, che è lo strumento con il quale la sovrana si protegge e si riprende. Sullo scudo per rappresentata un’aquila che è simbolo di potere, di potenza e di gloria.

Sotto la sua apparente solidità, ella rivela le sue fragilità che fa trasferire nell’atto stesso di volersi proteggere.

Leggi anche…Spiegazione dei Tarocchi: Il Bagatto

Nell’altra mano l’imperatrice tiene lo scettro e pare dalla sua posa, che non abbia la forza necessaria per sorreggerlo ed è per questo motivo che si aiuta con la spalla. Lo scettro conclude con il globo sormontato dalla croce, che va a simboleggiare il cielo che domina la terra.

Si può notare una separazione delle mondi a causa di una linea che si presta in continuità tra il globo e la croce ( questa raffigurazione in genere si trova solo nei Tarocchi di Marsiglia).

Sempre nei Tarocchi di Marsiglia, l’imperatrice viene rappresentata con i capelli bianchi, conferendogli maturità ed esperienza. Del fatto che siano sciolti, pone come una volontà di affermazione, lasciandoli liberi come se non volesse catene. Qui si può anche notare che cerca di risaltare il desiderio di seduzione del personaggio.

Imperatrice ma non governatrice

L’imperatrice non è realtà ed esistenza nel mondo esterno. Non potendo governare proprio per il fatto che non ha sudditi. La sua figura regale nasconde il desiderio di essere temuta ma sollecita anche l’ammirazione e l’amore altrui.

L’imperatrice si articola nelle nozioni di potere, incarnando la dimensione notturna e negativa dell’imperatore. Infatti come nel caso tra la Papessa e il papà, anche l’imperatrice e l’imperatore sono due carte che costituiscono le due facce di una stessa medaglia, quella dell’autorità .

Leggi anche…Spiegazione dei tarocchi: Il Matto

Imperatrice non esiste per se stessa ma esiste con il rapporto degli oggetti che la circondano e dei titoli che porta.

Perdere i propri titoli equivarrebbe all’annientamento della sua persona, con conseguente perdita dell’immagine e del suo riflesso.

Tutto l’insegnamento iniziatico della coppia imperiale dei Tarocchi risiede nella loro differenza.

L’evoluzione sì, con te nella progressione dal l’uno verso l’altro.

Share This:

No votes yet.
Please wait...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *